Joy di Sudabeh Mortezai (Austria)

L’Austria ha scelto come proprio rappresentante per gli Oscar 2020 per la categoria Best International Feature Film il dramma sociale Joy del regista austriaco-iraniano Sudabeh Mortezai già vincitore del Vienna Film Award all’ultima Viennale, del premio per il miglior film al London Film Festival e del Premio speciale della Giuria al Chicago International Film Festival, oltre a due riconoscimenti ottenuti al Festival di Venezia 2018 (Hearst Film Award, e il Label Europa Cinemas).

joy oscar 2020

La pellicola ruota attorno al penoso compito di una giovane donna nigeriana costretta a controllare una sua connazionale da poco inserita nel circolo vizioso della prostituzione. In siffatto contesto la donna (Joy) osserva inizialmente con distacco la nuova arrivata (Precious) per poi comprendere con desolata accettazione la sua triste condizione, attingendo dal suo terribile passato. Un ritratto doloroso e spietato sulla tratta delle immigrate africane costrette dalla malavita organizzata a riscattare la propria libertà con il loro corpo. Il rapporto che si crea tra le due offre la possibilità di conoscere la diversa percezione delle due generazioni a confronto sul mondo della prostituzione dal punto di vista di coloro che sono schiavizzate.

joy oscar 2020 international film

Quello che però affascina di questo struggente racconto è l’approccio del regista, ora intimo, ora documentaristico con lo scopo di mostrare le infinite trappole di abusi e di estorsioni di coloro che vivono ai margini della società. Uno scorcio esistenziale tragico e disperato che mette in luce il dramma dietro il commercio delle schiave sessuali tra l’Africa e l’Europa. Nella storia degli Oscar l’Austria ha conquistato 4 nomination vincendo l’ambita statuetta 2 volte: Revanche – Ti ucciderò di Götz Spielmann (2009) e Amour di Michael Haneke (2013).

joy austria

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: