And Then We Danced di Levan Akin (Svezia)

La Svezia ha scelto come proprio rappresentante per gli Oscar 2020 per la categoria Best International Film, la pellicola drammatica di Levan Akin And Then We Danced dopo essere stato presentato con successo all’ultima edizione del Festival di Cannes nella sezione Quinzaine des Realisateurs e dopo aver vinto il premio come miglior attore (Levan Gelbakhiani) al Sarajevo Film Festival. La pellicola svedese può contare su un forte apprezzamento da parte della critica americana dato che ha ottenuto l’83% di recensioni positive sul rinomato aggregatore Rotten Tomatoes.

Svezia Oscar 2020

La storia ruota attorno ad un giovane ballerino il cui mondo si capovolge quando prova una forte attrazione nei confronti del nuovo arrivato che si scoprirà essere il suo rivale per la figura di primo ballerino. Una storia sensuale che nasce ed esplode in un luogo rigido e frenato da tradizioni austere e antiche come quelle legate al mondo della danza classica georgiana. Un film di formazione in cui il primo amore traghetta il protagonista verso un percorso di auto-accettazione. La danza ha spesso messo in scena storie in cui l’artista esprimeva la sua ricerca interiore attraverso i passi. In questo film si pongono le basi per un crescente desiderio verso la piena consapevolezza della propria identità, incastrato però nel pericolo derivante dai pregiudizi della cultura conservatrice ossessionata dall’esigenza di ribadire che il matrimonio in Georgia sarà sempre quello tra un uomo e una donna.

And The We Danced oscar 2020

Nella storia degli Oscar la Svezia ha conquistato 16 nomination vincendo la statuetta ben 3 volte grazie al genio di Ingman Bergman: La fontana vergine (1960), Trough a Glass Darkly (1961), Fanny e Alexander (1983). L’ultima nomination conquistata risale al 2017 con il film The Square di Ruben Ostlund.

and then we danced oscar 2020.jpg

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: