Oltre la notte (Germania)

Oltre la notte di Fatih Akin racconta la via crucis di una donna piegata e spezzata in due dall’irrazionale senso di ingiustizia che sta maturando nella società contemporanea. Ciò che è umanamente condannabile può essere messo in discussione dal radicalismo estremo. Anche il delitto più atroce può sfuggire alla giustizia, parola che ormai ha perduto valore e consistenza da quando i tempi legali non coincidono più con l’urgenza di lenire il dolore della perdita. Così la protagonista, una straordinaria Diane Kruger, vive sulla propria pelle i postumi di un attentato terroristico neo nazista nel quale sono morti suo figlio e suo marito, un ex detenuto appartenente alla comunità turco-tedesca.

Prima lo shock e il dolore, poi i conti con l’angoscia e l’oblio fino a maturare un’insaziabile fame di verità. Di fronte però alla cecità della giustizia la donna ha solo due strade da perseguire, quella della rassegnazione e quella della vendetta. Quale sceglierà? In questo eterno conflitto il regista fa implodere le ragioni del suo dissenso verso una giustizia parziale che preferisce barricarsi dietro cavilli burocratici piuttosto che ergersi a voce narrante di una coscienza collettiva. Quest’ultima, attentato dopo attentato, ha ormai smarrito ogni briciolo di umanità.

diane kruger

Un motivo per vederlo

Questo film consente di esplorare in maniera differente un tema attuale come quello del terrorismo che spesso viene raccontato attraverso il filtro delle ideologie. In tal senso le ragioni degli attentati finiscono quasi sempre per scontrarsi con le conseguenze del dolore. In questo film viene abbracciata un’altra prospettiva: la perdita del singolo diventa il paradigma di una coscienza collettiva. Di fronte ad una morte così assurda è impossibile trovare un senso, una ragione che possa lenire l’angoscia e la disperazione. In siffatto contesto il calvario della protagonista diventa metafora di una società rabbiosa e disperata perché consapevole del filo spinato che imprigiona ogni tentativo di fare giustizia.

diane kruger oltre la notte

Scena da ricordare

Il regista commenta la scelta finale della protagonista attraverso una particolare inquadratura, nella quale la distesa del mare che ha di fronte a sé cambia prospettiva dato che viene capovolta, rovesciando di fatto l’orizzonte. In questo modo Akin cerca di trovare un senso alla violenza e alle sue conseguenze sussurrando una verità che nessuno vuole ascoltare: il mondo è rovesciato se il male continua a vincere sul bene.

in the fade film

Premi e riconoscimenti

Questa pellicola, nonostante la vittoria ai Golden Globe, ai Critics Choice Movie Awards e ai Satellite Awards come miglior film straniero, è stata esclusa dalla cinquina degli Oscar. In compenso Diane Kruger ha vinto il premio come miglior attrice al Festival di Cannes. Inoltre nell’award season americana ha conquistato il plauso di alcune associazioni di critici vincendo come miglior film straniero ai Kansas City Film Critics Circle Awards e ai New York Film Critics Awards Online.

Poster movie Art

in the fade.jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: